Come creare un blog aziendale la guida di yStudium

Dagli obiettivi all’analisi dei risultati: ecco le basi per un blog aziendale di successo

Stai cercando indicazioni per creare il blog della tua azienda? Ecco qualche consiglio per la fase preliminare: una piccola guida in 6 post su quello che devi fare prima di iniziare a pubblicare.

Aprire un blog (aziendale) è un’ottima idea per chiunque voglia farsi strada nel web marketing, abbia qualcosa da raccontare e cerchi visibilità. Per le aziende, i negozi, i locali che cercano nuovi clienti e vogliono far conoscere a tutti i loro prodotti e servizi e la loro professionalità, ma anche chi vuole fare il blogger di mestiere.

“Come diventare un blogger”, “Crea gratis un blog di successo”, “Scegli il tema per farti leggere da tutti”, “Come farti condividere su Facebook”, “I 5 migliori consigli per ottenere link”, “Guida alla creazione di un blog gratuito su WordPress”, “Guadagnare con il blog”

Indicazioni, consigli di scrittura, suggerimento SEO, segreti di Google, internet è pieno di materiale di questo genere, ma permettici qualche precisazione:

  • la via del successo non è mai semplice
  • Google e i motori di ricerca sono bestie strane
  • utilizzare bene gli strumenti del web marketing richiede, come minimo, molto impegno
  • per scrivere bene bisogna pensare bene

Ed è su quest’ultimo punto che vorremmo soffermarci, offrendoti una guida per capire come concretizzare le tue idee di contenuto.

Sei pronto? Bene: leggi il post, preparati a seguire i prossimi e inizia subito a impostare il tuo blog!

Creare il tuo blog: di cosa non parleremo

In questo e nei prossimi articoli non parleremo di argomenti tecnici. Non ti diremo come scegliere l’hosting o il nome a dominio del sito, né quale piattaforma prediligere, anche se potremmo dirti che con WordPress non sbagli mai.

Non ti diremo che, se sei un’azienda, un negozio o un locale, il tuo blog deve somigliare un po’ di più a un sito, dove inserirai anche pagine e contenuti con le informazioni essenziali per far sapere ai clienti dove e come trovarti.

Non ti daremo istruzioni su come si scrive sul web e su come si imposta un testo perché sia facilmente fruibile online (ma su questo potremo fare una nuova serie più avanti).

Non ci permetteremo nemmeno di dirti quali contenuti scrivere: se sei qui è perché hai già un’idea dell’argomento di cui vuoi occuparti.

Non parleremo di come condividere il tuo post, come muoverti nel magico modo del social media marketing o come cercare nuovi clienti sul web.

Chiamaci per avere suggerimenti su come impostare il tuo blog aziendale

Come impostare un blog: ecco quello di cui parleremo

Nei prossimi 5 post ci dedicheremo, invece, a tutte quelle operazioni preliminari senza le quali il tuo blog (aziendale o personale che sia) funzionerebbe meno bene di quel che ti aspetti.

Che tu voglia promuovere un servizio, un prodotto, la tua attività o semplicemente te stesso, devi programmare prima di cominciare a scrivere.
Un piano di lavoro organizzato e preciso che ti indichi la rotta e ti permetta di capire se stai raccogliendo lettori, commenti e risultati.

Se ci seguirai per tutti i prossimi post, ti guideremo passo passo e ti lasceremo pronto per iniziare il tuo nuovo, entusiasmante (e faticoso) percorso di blogging!

Cos’è un blog e a cosa serve

Inizieremo dalla base: cos’è un blog? Quali caratteristiche lo rendono diverso dalla pagina di un sito o da un post su Facebook.

Ci concentreremo anche sui vantaggi che porta e su come renderlo uno strumento di successo grazie alla condivisione: social network (Facebook, Instagram, Twitter, Linkedin…), newsletter, materiale video, collaborazioni con altri blogger…

Quali sono gli obiettivi e il target del tuo blog?

Definire una nicchia, identificare i potenziali visitatori (e clienti), chiarire il tuo scopo principale. Fatto questo scoprirai che è più semplice:

  • capire la domanda reale del tuo pubblico
  • trovare argomenti di cui scrivere
  • interpretare dati e risultati

Il primo passo per creare un blog di successo è definire gli obiettivi

Creare il piano editoriale, definire categorie e tag

In questo post proveremo ad aiutarti a capire come organizzare logicamente tutte le grandi idee che fanno di te un aspirante blogger.

Come organizzare gli argomenti in un piano editoriale? Come definire le categorie in modo che siano chiare e inclusive? Come e perché usare i tag?

Tutto questo sarà importante anche dal punto di vista SEO: studiare keyword e ricerche degli utenti sarà per te utile sia per trovare nuovi spunti, che per orientarti nella fase organizzativa.

Chiamaci per una consulenza SEO sul tuo blog o il tuo sito

Definire i contenuti dei singoli post e creare il piano editoriale

Solo dopo che avrai stabilito il piano editoriale (ovvero i contenuti del tuo blog), avrai scelto le categorie e individuato i tag potrai concentrarti su cosa scrivere nei singoli post. Ogni articolo sarà infatti il frutto di un approfondimento o di un’astrazione: dovrai studiare e provare, provare e scrivere, scrivere e cancellare e solo allora saprai cosa inserire in ogni singolo post del blog.

A quel punto non ti rimarrà che definire i titoli e collocarli all’interno di un calendario editoriale secondo tempistiche che ti siano congeniali.

Analizzare, rivedere e migliorare il tuo blog

Lo so che abbiamo parlato di impostazioni e attività preliminari, ma non potevamo esimerci dal trattare anche l’analisi, che è comunque necessaria a un’attività di re-impostazione. Dedicheremo alle statistiche e principalmente a Google Analytics l’ultimo post della serie.
Non c’è niente di più interessante che analizzare i dati e magari realizzare che le nostre valutazioni iniziali non trovano riscontro nei numeri.

Il piano è fatto e il dado è tratto: sei pronto a diventare un blogger?! La risposta nei prossimi post: uno ogni 15 giorni fino a metà aprile. Seguici su Facebook e gli altri nostri social e non ne perderai nemmeno uno!

eleonoraRound

Eleonora Lollini

Copy

Copywriter puntigliosa, pressante e presuntuosa ma anche puntuale, precisa e positiva.