come-creare-blog-di-successo-azienda-definire-obiettivi-e-conoscere-clienti

Prima di aprire un blog aziendale e renderlo un blog di successo bisogna rispondere a due domande. Cosa vogliamo ottenere? E da chi?

Ed eccoci alla terza puntata della nostra guida su come aprire un blog aziendale e gestirlo al meglio. Nel primo articolo abbiamo introdotto una panoramica degli argomenti che man mano toccheremo, premessa necessaria per capire come creare un blog aziendale.

Nel secondo articolo abbiamo cominciato a scendere nel dettaglio per spiegare che cos’è e a cosa serve un blog aziendale. Ci siamo soffermati su chi sono i blogger e su alcuni esempi di blog di successo, abbiamo visto la differenza fra un sito, un blog e un post di Facebook, per arrivare infine a sette buoni motivi per aprire un blog aziendale. Per riprendere il filo, te li riepiloghiamo brevemente.

Creare un blog aziendale serve soprattutto per…

  • Avere uno spazio tuo da gestire a tuo piacimento;
  • Tenere aggiornato il tuo pubblico;
  • Fornire informazioni sul tuo settore di attività;
  • Rafforzare la web reputation della tua azienda;
  • Migliorare il posizionamento del tuo sito sui motori di ricerca;
  • Produrre contenuti da condividere sui social;
  • Vendere, vendere, vendere!

Ora che abbiamo ripassato questi punti, cominciamo a entrare nel vivo della struttura di un blog che vuole puntare al successo. Purtroppo, aprire un blog non significa che ti metterai seduta stante a scrivere per pubblicare sul tuo sito contenuti, articoli e news. Una volta capito perché il blog aziendale può esserti utile, il primo passo da fare riguarda infatti la definizione dei tuoi obiettivi. Sì, perché creare un blog (e in particolare creare un blog di successo) è un’attività che deve reggersi su obiettivi chiari. E mi raccomando, li dovrai sempre tenere fissi davanti a te come un faro nella notte.

come-impostare-un blog-aziendale-ystudium-web-agency-pisa

Partire dagli obiettivi per impostare la struttura di un blog aziendale

Gli obiettivi, quindi. Perché? Perché creare un blog aziendale “tanto per fare” o “perché l’ha fatto il mio competitor” non ti porterà a niente. Senza obiettivi concreti non si possono misurare i risultati, quindi non è possibile capire se il tuo blog aziendale sta andando nella direzione giusta oppure no. Come in molti aspetti della vita, serve una progettualità affinché il blog della tua azienda diventi una strategia di successo e serva veramente a qualcosa. La domanda da cui partire è semplice: tu, azienda, che cosa vuoi ottenere? Il blog è uno strumento che rientra nelle strategie di marketing, dunque il tuo obiettivo aziendale diventerà anche l’obiettivo del tuo blog.

Mutuando il linguaggio dalla storia e dalla politica, possiamo dire che per un’azienda esistono obiettivi minimi e obiettivi massimi. Fra gli obiettivi minimi abbiamo ovviamente il farsi conoscere come realtà professionale e, se si parla di web marketing, ottenere visite sul proprio sito web aumentando così popolarità e autorevolezza. Un blog di successo tiene conto innanzitutto di questi obiettivi minimi. Scegliendo i giusti argomenti e le parole chiave corrette (a questo ci arriviamo nella prossima puntata!), il blog promuove il tuo sito web, dunque i tuoi servizi e prodotti, raggiungendo più pubblico possibile e, soprattutto, intercettando il pubblico giusto.

creare-un-blog-di-successo-significa-definire-obiettivi

Il concetto di “pubblico giusto” ci porta di filata agli obiettivi massimi: quelli di vendita. È chiaro che se un’azienda fornisce servizi o commercializza prodotti avrà tutto l’interesse del mondo a venderli. Solo così potrà “mangiare” e proseguire una fruttuosa attività. Eppure, le vendite non sono tutte uguali. Un’azienda può cercare clienti per potenziare vendite dirette tramite un sito e-commerce, oppure per incentivare la vendita presso il negozio fisico, o ancora prendere contatti per offrire servizi o consulenze su misura. Insomma, a ciascuno la sua vendita, quindi a ciascuno il suo obiettivo.

Il web marketing diventa così uno strumento che aiuta la tua azienda a vendere di più sfruttando le possibilità del web. Aprire un blog aziendale significa dotarsi di un supporto alla vendita e alla ricerca di nuovi clienti. A patto, però, che tutti gli obiettivi siano ben delineati.

Come vendere con il tuo blog aziendale? Conoscendo i bisogni dei tuoi clienti.

In questa fase di definizione degli obiettivi, è necessario un altro passo che sembra scontato ma non lo è. Per creare un blog di successo per la tua azienda, infatti, bisogna che tu conosca i tuoi clienti. Ovviamente il verbo “conoscere” è da intendersi in senso lato. Sapere l’età media dei tuoi clienti, così come la provenienza, il sesso, e i loro campi di interesse più o meno affini al tuo settore di attività è sicuramente utile per andare a definire, assieme agli obiettivi, gli argomenti che tratterai nel blog.

(Piccolo consiglio strategico: meglio non puntare su un target troppo generico! Un’azione di questo tipo rischia di essere la proverbiale goccia nel mare. Il consiglio per creare un blog di successo è infatti puntare alla nicchia, ossia un segmento ristretto di mercato che ti sarà più facile “controllare” e coinvolgere.)

Altro elemento fondamentale per conoscere il proprio cliente è sapere “come parla”: il successo di un blog, infatti, passa anche per il linguaggio che si usa. Non è un caso che la scrittura, a questo scopo, venga definita persuasiva. Come diremo anche più avanti, se l’uso di parole chiave nei tuoi articoli aiuterà gli utenti a trovarti, la scrittura giusta ti aiuterà a trasformare gli utenti in clienti.

come-scrivere-su-un-blog-aziendale-ystudium-web-agency-pisa

Su questa storia della scrittura ti facciamo un esempio rapido per poi volare verso le conclusioni (e lo prendiamo dal web marketing turistico, settore di cui talvolta parliamo nel nostro blog). Se un’azienda vende pacchetti vacanza per famiglie, non userà lo stesso linguaggio né parlerà delle stesse cose di una che vende viaggi studio per studenti delle scuole superiori. Benché il settore sia sempre quello turistico, nei due casi il target, ossia l’insieme di potenziali clienti, è diverso, quindi sono diverse le loro necessità, le domande e le curiosità a cui cercheranno risposta su internet.

Gli utenti, infatti, quando navigano su internet e cercano su Google, sono soprattutto a caccia di informazioni. Hanno dubbi che chiedono di essere risolti. Curiosità su cui cercare risposte. Domande da sanare. Soluzioni da comparare. Fra gli obiettivi minimi del tuo blog aziendale ci sarà quindi quello di saper intercettare queste necessità e dare spunti adeguati, nel linguaggio adeguato, per rispondere ai bisogni delle persone.

Se siamo partiti con sette buoni motivi per aprire un blog aziendale, oggi chiudiamo con due buone pratiche imprescindibili per fare in modo che questo diventi un blog di successo che ti aiuti a raggiungere il tuo programma massimo: incrementare le vendite.

  1. Definire i tuoi obiettivi
  2. Conoscere i tuoi clienti

Benissimo, ora sei pronto per la fase successiva. Nella prossima puntata parleremo di come costruire un blog usando le “categorie”, i “tag” e la “SEO”: tutto ciò che serve a inquadrare meglio gli argomenti e decidere i contenuti che andranno a popolare il tuo blog aziendale.

ChiaraZucchellini

Chiara Zucchellini

Copy

Scrivo sempre e dovunque. Ogni tanto disegno. Mai pentita di aver studiato Storia dell’Arte, nel tempo che rimane mi occupo di promozione turistica.