Come scrivere i post di un blog aziendale

Consigli pratici per creare una strategia di contenuto efficace per un blog bello da leggere e condividere

Eccoci di nuovo a parlare di come creare un blog aziendale di successo e di come scrivere al meglio articoli e contenuti. Finora in questa guida abbiamo parlato delle basi, degli obiettivi e nell’ultimo post Chiara ci ha raccontato come costruire il blog e creare un perfetto piano editoriale.

Ormai ti sentirai sarai sicuro su impostazione del blog, seo, tag e categorie, ma forse ti stai chiedendo dove trovare gli argomenti e come farli diventare un contenuto degno di generare commenti ed essere condiviso via email o su social come Facebook e Twitter.

Ed eccomi qui per risponderti: in questo post scopriremo proprio come scovare gli argomenti, definirli e usarli per scrivere un articolo efficace e piacevole da leggere.

Capire cosa scrivere in un post: dal macro al micro-argomento

All’inizio del tuo cammino hai le idee più o meno chiare su alcuni argomenti e probabilmente pensi che i contenuti dei tuoi articoli tratteranno quelli. Ma, approfondendo, scoprirai che ognuno di quei temi può essere suddiviso migliaia di volte ancora. È questo che intendo parlando di macro e micro argomento.

Prendiamo in prestito l’esempio di Chiara sul tour operator che vuol fare web marketing con suo sito creando un blog sui viaggi in Francia. La Francia è il macro argomento mentre la Cattedrale di Chartres potrebbe essere il micro. Nel mezzo (ma anche prima e dopo) ci possono essere infiniti altri contenuti ognuno dei quali può essere considerato il punto di partenza o quello di arrivo.
Il livello di approfondimento che vorrai toccare dipende dal target e dall’obiettivo, dall’interesse che i social dimostrano per certi argomenti, ma in parte anche dal tuo livello di studio e conoscenza sull’argomento.

Per scrivere un post bisogna prima approfondire i contenuti

Tecniche di definizione degli argomenti

Ma come tirar fuori argomenti e contenuti in modo da avere un sacco di idee per il tuo blog aziendale?

Le tecniche sono moltissime ecco qualche suggerimento:

  • Brainstorming: (meglio in gruppo) si parla a ruota libera di un tema o di un argomento, non ci sono risposte giuste e sbagliate, non ci sono limiti. Puoi anche provare a farlo sui social, con un post su Facebook o su Twitter.
  • Mappe mentali: scrivi il tuo argomento al centro di un grande foglio bianco e poi, come un grande ragno, collegalo a tutto ciò che ti viene in mente. Anche qui nessun limite. Almeno all’inizio.
  • Libere associazioni: simile al brainstorming, ma più utile in solitaria. Se dico “scrivere” che cosa ti viene in mente? Blog, copywriting, testo, penna, blog, sito, social, newsletter…
  • Cerca su Google: parti con una parola o un breve testo, analizza i risultati, ma controlla anche le ricerche correlate e scorri le immagini per trovare ispirazione
  • Usa i social network: gli hashtag su Twitter, Instagram e (in parte) Facebook o i gruppi aperti di Linkedin possono essere la base per una ricerca molto proficua.

Nulla ti vieta di usare più tecniche insieme o anche tutte: questa è la fase in cui le idee devono abbondare. Basta iniziare e sarai sommerso di potenziali post e infiniti argomenti, ora devi fare la prima scelta e capire se e come trasformarli in articoli degni dei tuoi utenti e lettori.

Come Scrivere un post per il blog aziendale: capire l'argomento
Studio e ricerca: approfondire prima di scrivere il post

Una volta decisa la base dei tuoi contenuti, comincia a studiare. Scopri se altri hanno scritto articoli con gli stessi argomenti, come sono stati organizzati se e quanto sono stati condivisi; a quel punto valuta se puoi farlo meglio, se puoi affrontare il tema da un altro punto di vista, se puoi dettagliare di più o essere più semplice…

La ricerca, online e non solo, ti aiuterà a definire ancora meglio questi argomenti. Devi continuare a tenere la tua mente aperta per saper scegliere se conservare, migliorare l’approfondimento o addirittura abbandonare un tema.

Fare le scalette e assegnare i titoli (provvisori) ai tuoi post

Finalmente è arrivato il momento di definire il contenuto del singolo post. Io in genere faccio delle scalette, e poi le scalette delle scalette, tutto rigorosamente a mano. Ma conosco anche chi riesce a farlo tutto a mente. È questione di abitudine, l’importante è creare una strategia di gestione degli argomenti.

Questo è il momento in cui devi organizzare in maniera logica i contenuti del post in modo che possano esser scritti, ma soprattutto letti, con il minor sforzo possibile.
Per decidere che cos’è meglio fare ricordati di affidarti agli obiettivi e al target del blog in generale e del post in particolare, in questo modo saprai che cosa è meglio fare.

Il calendario editoriale e l’organizzazione del (tuo) tempo

Eccoci, ci siamo: ora devi programmare nel tempo questi tuoi post. Cerca di distribuirli tra le varie categorie, ricordati di valutare eventuali esigenze stagionali e cerca anche di pensare ai tuoi tempi.
I tuoi tempi sono importanti perché star dietro a un blog è più complesso di quanto possa sembrare, soprattutto se non è la tua principale occupazione. Fino a qualche anno fa ai blogger si raccomandava di rispettare gli appuntamenti con i propri lettori, pubblicando sempre nello stesso giorno della settimana. Oggi non è più così, bisogna però continuare a rispettare i lettori abituali e l’azienda che il blog rappresenta mantenendo una certa costanza nel tempo. Quindi programma i post che sai di poter scrivere o chiedi aiuto se temi di non riuscire a pubblicare con costanza.

Come scrivere un blog: se non hai tempo chiedici aiuto

eleonoraRound

Eleonora Lollini

Copy

Copywriter puntigliosa, pressante e presuntuosa ma anche puntuale, precisa e positiva.