reMarkable: il paper tablet pensato per chi vuole leggere e scrivere come sulla carta

Il piacere di scrivere, leggere e disegnare sulla carta con i “superpoteri” di un dispositivo digitale. reMarkable è proprio questo: un “paper tablet” pensato e studiato per chi ama usare taccuini e bloc notes, ma non vuole rinunciare alla praticità di poter stampare, conservare e condividere con un semplice click.

Magnus Wanberg, CEO e fondatore della startup norvegese che ha creato reMarkable, ha avuto l’idea perché amante della cara, vecchia “carta”. Frequentando corsi e seminari armato di quaderni e libricini, aveva notato che scrivere o leggere sui fogli lo aiutava a rimanere concentrato. Allo stesso tempo, però, i suoi appunti rischiavano di perdersi tra blocchi e agende, e non poteva ogni volta portare con sé tutti i documenti o i libri di cui avrebbe potuto aver bisogno. Dopo quattro anni di lavoro – e la collaborazione con E Ink, azienda leader nell’ideazione e produzione di schermi digitali – è nato l’innovativo “Canvas display” da 10.3 pollici che rende questo dispositivo unico nel suo genere.

reMarkable, sottolinea il team, non è “un altro tablet munito di penna, ma un’esperienza di scrittura digitale così simile alla carta che è impossibile trovare delle differenze” ed è ciò su cui hanno voluto puntare. Può essere utilizzato anche come e-reader, ma non per vedere un film, oppure per navigare su internet: le funzionalità sono piuttosto semplici. Del resto è nato anche per evitare “distrazioni” e lasciare la mente libera di lavorare e immaginare, con più di 100mila pagine a disposizione, una batteria che dura per giorni e un sistema cloud per poter conservare e organizzare i propri documenti. Un’intuizione che, a quanto pare, si è rivelata vincente: secondo quanto dichiarato dal team, finora ne sono stati ordinati 36.000 pezzi, per un totale di 17 milioni e mezzo di dollari.

Le spedizioni del paper tablet sono iniziate da poco (con qualche intoppo, a giudicare dai commenti sulla pagina Facebook dell’azienda) , ma chi l’ha provato ne è rimasto soddisfatto. Anche le recensioni della stampa internazionale sono positive. E questa piccola “rivoluzione” è solo all’inizio: la startup sta continuando a lavorare per migliorare sempre di più il prodotto, anche grazie ai feedback dei primi utilizzatori. In futuro potrebbero persino aggiungere altre lingue (reMarkable è infatti disponibile solo in inglese). Un aspetto negativo? Probabilmente il prezzo: al momento si può acquistare sul sito a 629 euro, che diventano 737 se si aggiungono custodia e spese di spedizione. Insomma, un prodotto di nicchia per veri “paper people”. Almeno per ora.

Foto YStudium

Mariangela Celiberti

Giornalista

Abruzzese d’origine ma romana d’adozione, scrivo e coltivo il sogno di viaggiare in tutto il mondo