La playlist di Carmela e yStudium per San Valentino

San Valentino è la festa degli innamorati e non ha bisogno di presentazioni. È una giornata dedicata all’ammmore, alle cenette romantiche a lume di candela, alle sorprese smielose, ai regalini, ai cuoricini, ai cioccolatini. È una festa che non verrà mai messa al bando, io e tanti altri abbiamo ormai perso ogni speranza, quindi sia che decidiate di uscire, sia che decidiate di stare a casa, sia che decidiate di passare la serata spremendovi reciprocamente il cuore, sia che decidiate di regalarvi cioccolatini e improbabili orsacchiotti, vi propongo una selezione di brani musicali un po’ trash per San Valentino: canzoni che celebrano questo sentimento pazzo che, convenzionalmente, chiamiamo “ammmore”.

“Innamoratissimo (tu che fai battere forte il mio cuore)” – Righeira

“Innamoratissima”, versione al femminile cantata da Syria.
Il titolo dice tutto, c’è qualcuno che è Innamoratissimo, punto, non si discute. E anche il modo perentorio in cui viene dichiarato lo stato di innamoramento lascia poco spazio ai dubbi. Adatta a coloro che vogliono trascorrere una serata divertente, informale e romantica il giusto (e che sanno essere divertenti, informali e romantici il giusto soprattutto a San Valentino).

“Come mai” – 883, 1993

Il tema è abbastanza classico (un po’ una rielaborazione di quello che cantavano i Righeira, ma in versione molto più personale e intimista e meno scanzonata): c’è lui (ma potrebbe anche essere una lei) che non si è mai innamorato e che all’improvviso incontra lei, da quel giorno tutto cambia nell’incredulità generale, sua e dei suoi amici.
“Come mai, ma chi sarai, per fare questo a me?”: adatta a chi ha deciso di tirarsela anche il giorno di San Valentino.

“Tra me e te” – BNario (1994)

(Una versione più recente di Nessuna Pretesa)
Il tema è sempre quello della scoperta dell’ammmore, in questo caso la variante è legata a problematiche sociali. Lui (ma anche lei) è cresciuto in un contesto disagiato e ha difficoltà a capire quello che gli sta succedendo e a comprendere fino in fondo il sentimento che sta nascendo nel profondo del suo cuore.
Adatta se volete sensibilizzare, una volta di più, il crocerossino o la crocerossina che è in lui o lei.

“Grande Amore” – Il Volo

Semplicemente: questa canzone non è adatta.

“E Quel Giorno Non Mi Perderai Più” – Franco Fasano

Quante canzoni conoscete il cui testo comprende la parola ‘idiosincrasia’? Io solo questa. Il giorno in cui lei/lui non lo/la perderà sarà anche il giorno in cui riuscirà a capire tutto quello che lui/lei vorrebbe farle/gli capire. Chiaro, no?
Adatta alle coppie cui piace discutere sempre e che considerano San Valentino un’occasione unica per esercitarsi nell’impegnativa, ma lodevole e ammirevole arte della divisione in due del capello.

“Tu soltanto tu” – Al Bano e Romina Power

Così come ci sono i bollini che classificano i film e la programmazione televisiva, dovrebbero esserci segnalatori sonori che avvisano quando ci sono canzoni sdolcinate e smielose come lo erano le canzoni che Al Bano e Romina Power cantavano strusciandosi l’uno all’altra.
Adatta a quelli che la frase “è San Valentino tutto l’anno” vuol dire esattamente questo: spremute di cuore 365 giorni l’anno, 24h su 24h.

“Meravigliosamente” – I Cugini di campagna

E qui si apre un mondo! C’è l’imbarazzo della scelta tra le cose che hanno cantato.
Avete ascoltato “No tu no” o “Conchiglia bianca”? No?! Non sapete cosa vi perdete!
Ma rimaniamo sul pezzo. Se cercate Meravigliosamente su Google, troverete tra i risultati Meravigliosamente di Jacopo da Lentini, ecco scegliete questa per svoltare la serata di San Valentino.
Se non la trovate tra i risultati di Google vuol dire che questa canzone dei Cugini di campagna è proprio adatta a voi.

“Sarà perché ti amo” – Ricchi e poveri

L’amore genera confusione, si sa, e tutto passa in secondo piano quando ci si ama.
Adatta per quelle coppie che stanno insieme, sempre insieme, solo insieme e che non vedono l’ora che arrivi San Valentino per stare un po’ insieme senza dare troppo nell’occhio.

“Se mi lasci non vale” – Julio Iglesias

Questa la dovete alla mia vicina di casa che la canta spesso, soprattutto la mattina quando ho ancora un occhio aperto e uno chiuso. Le cronache condominiali descrivono lei e il compagno in pieno amore, quindi, nonostante il testo, potete fidarvi.
Una sola avvertenza: questa è una canzona autoassolutoria, adatta a chi o non ha nulla da temere o a San Valentino vuole rischiare.

“Vattene amore” – Mietta e Amedeo Minghi

Wikipedia dice che il testo narra delle difficoltà di una coppia divisa dai numerosi viaggi di lui. Prendiamo per buona questa lettura. Ci resta il “Trottolino amoroso, dududu dadadà”, una frase che ancora oggi, a distanza di anni, mi fa rabbrividire.
Adatta per coloro che vivono amori a distanza o clandestini e che l’hanno sfangata e anche quest’anno “San Valentino lo festeggiamo il prossimo anno!”.

“Ti appartengo” – Ambra

Erano gli anni della giovinezza, almeno per me che scrivo.
Adatta a chi a San Valentino si sente un po’ nostalgico e vorrebbe indietro i suoi 17 anni e il suo diario pieno di tutte le cose dell’ammmore (e forse anche “una ragazza (o un ragazzo) che tu sai”, ma questa è un’altra canzone).

“Per tutte le volte che” – Valerio Scanu

Non ho parole, ma solo un consiglio: nei laghi può essere pericoloso, quindi fate attenzione.
Adatta se San Valentino è, per tradizione della coppia, la serata dedicata a “‘O famo strano?!”.

“Io ti amo da matti (sesso e karnazza)” – Skiantos

Poche chiacchiere: questa è per tutte quelle coppie che non prendono in considerazione cuoricini e cenette romantiche, ma vanno sempre e comunque al sodo e a San Valentino un po’ di più.

“Mo e chi è” (ndr. espressione di meraviglia) – Toti e Tata

Concludo facendovi un regalo: tutto quello che Spotify non vi farà mai scoprire sull’ammmore.
Non so quanto Toti e Tata (Emilio Solfrizzi e Antonio Stornaiolo) siano conosciuti al di fuori dell’area pugliese e lucana. Qui vestono i panni di Piero Scamarcio, cantante neomelodico barese, e dello “Scippatore di emozioni”.
Se vi piace il genere ci sarebbero anche “Matrimonio Metafisico”  e “Io ti amo e chiacchiere non ce ne vogliono” tutte sigle di “Filomena Coza Depurada” una telenovela dedicata all’ammmore, diciamo, andata in onda nel 1992 su Telebari, una rete locale.
Adatta a chi vuole un San Valentino verace, carico di emozioni forti!

Buon San Valentino a tutti!

CarmelaStellaCopy

Carmela Stella

Copy

Copywriter acquatica, nuotatrice intuitiva, fisarmonicista stonata.