La compilation alternativa delle canzoni dell'estate

Questa è una compilation alternativa alla programmazione estiva delle radio che propongono, “Despacito”, “Tra le granite e le granate”, “Riccione” e “Volare”.

Deambulando per casa in cerca dell’angolino più fresco e perdendo litri e litri di sudore, ho raccolto un po’ di canzoni che a mio insindacabile giudizio fanno pensare all’estate intesa come stagione, come periodo associato alla nascita di nuovi sentimenti, spesso anche alla morte di vecchi e nuovi amori, e come sospensione temporale della quotidianità.

Intorno all’estate cantanti, autori e cantautori si sono divertiti parecchio!

Voglio andare al mare, Vasco Rossi

Per me l’estate è sinonimo di mare, quest’anno la mia stagione balneare ancora non è iniziata per vari motivi che non sto qui a spiegare, però l’inno rimane questo.

L’estate addosso, Jovanotti

Mi è piaciuta subito dalla prima volta che l’ho ascoltata. Erano anni che una canzone di Jovanotti non mi piaceva, più o meno dai tempi di “Gimme five”.

Voglio andare al mare, Duo bucolico

Per ribadire il concetto, con un po’ di ironia. Con la raccomandazione di fare attenzione perché andare al mare alle volte può essere davvero complicato.

In the summertime, Mungo Jerry

Questa non può mancare in nessuna playlist dedicata all’estate. Loro sono bruttini, ma la canzone mette allegria.

Sunny Afternoon, The Kinks

Canzone del 1966, con un significato, a dispetto del titolo e della musica, tutt’altro che allegro. Ci sono molte versioni, a me piace questa con le immagini del film “The boat that rocked”, in Italia diffuso con il titolo “I love Radio Rock”, faceva parte della colonna sonora. Questo vale anche come consiglio cinematografico, se non hai visto il film te lo consiglio e ti consiglio anche di cercare e ascoltare tutta la colonna sonora.

L’estate sul mare, Nada

A me Nada piace molto, l’ho riscoperta da poco e ne apprezzo anche le cose più recenti. Questa canzone ci sta tutta, tipica situazione estiva con ricerca del fresco per dormire e lotta alle zanzare aspetti che ci accomunano tutti.

Nessun dolore, Lucio Battisti

Piccola parentesi per i cuori infranti, in estate ci sono sempre perché è il periodo delle dichiarazioni di indipendenza, della voglia di assaporare libertà perdute, dell’immancabile richiamo dell’avventura.
Più che altro è un suggerimento su come affrontare un’estate in libertà.

Canzone per l’estate, Fabrizio De Andrè

Spesso l’estate è anche il periodo dell’anno dedicato alla riflessione e alla progettazione, un periodo di quasi sospensione durante il quale ci si ricarica e ci si prepara ad affrontare l’autunno (la stagione degli inizi).

Estate, Bruno Martino

Un classico per chi, invece, non ama l’estate e ne farebbe volentieri a meno. A giudicare da tutte le cover e le interpretazioni che si trovano su YouTube e Spotify questa canzone piace davvero tanto.
A lui invece l’estate non doveva proprio piacergli, è sua anche “E la chiamano estate”.

È andata via l’estate, La Crus

Perché poi l’estate finisce.
Per fortuna.

Adesso però pensiamo al suo inizio.
Buone vacanze!

CarmelaStellaCopy

Carmela Stella

Copy

Copywriter acquatica, nuotatrice intuitiva, fisarmonicista stonata.