importanza-comunicazione-offline-tradizionale

La comunicazione tradizionale non ha perso la sua importanza con l’affermarsi del web, anzi: l’immagine coordinata rimane tuttora l’ABC della comunicazione aziendale.

 

Oggi la comunicazione passa sul filo del digitale, lo sappiamo tutti. Per “esistere”, un’azienda deve avere un sito web – meglio se ben posizionato e valorizzato con le adeguate strategie di promozione –, magari anche un blog o almeno una pagina social. E, ovviamente, comunicare attraverso tutti questi strumenti.

In pratica, nel mondo dominato dal web, oggi per un’azienda è fondamentale avere un buon posizionamento sui motori di ricerca. Ne va della sua reputazione e della sua capacità di dare risposte immediate ai clienti che stanno cercando servizi o prodotti. L’inganno più grosso, però, è stato quello di pensare che la sola comunicazione online fosse ormai sufficiente per presentarsi al meglio, sottovalutando l’importanza della buona vecchia comunicazione offline. E credeteci: qualcuno, in questo inganno, ci è cascato e si è fatto pure male!

biglietto-da-visita-alta-qualità

La comunicazione tradizionale non è morta

Ok, di certo non sono più i tempi di Mad Men. La comunicazione delle aziende non passa più solo dalla pubblicità tradizionale e le agenzie non sono più solo appannaggio di uomini dotati di giacca, cravatta (e segretarie avvenenti) che fumano sigarette senza filtro, bevono whisky e mangiano ostriche come se non ci fosse un domani.

Eppure, la comunicazione tradizionale – quella offline, per intenderci – non è morta con l’arrivo di internet e del digitale. Al contrario, è rimasta una leva importante. Per esempio, una cosa semplice come un biglietto da visita continua a essere un ottimo mezzo di comunicazione. Può avere una forma inusuale rispetto agli altri, può risultare piacevole al tatto con l’uso di vernici speciali e può essere anche interattivo, aggiungendo un codice QR. È vero, sicuramente finirà in un mazzo di altri biglietti da visita in un portafoglio, ma il momento in cui è stato dato ha generato curiosità da parte del ricevente.

La comunicazione tradizionale rimane quindi un supporto immancabile che continua e continuerà a veicolare al meglio l’immagine che vogliamo dare della nostra azienda. Il punto di partenza – il concept, se vogliamo – su cui costruire qualsiasi azione di comunicazione, anche quelle online.

Senza un’immagine coordinata non si va da nessuna parte

Punto di partenza, abbiamo detto. Quale miglior punto di partenza se non la cosiddetta “immagine coordinata”? Si tratta dell’immagine dell’azienda, che diventa “coordinata” quando tutti i suoi elementi cono coerenti fra loro. Colori, font, logo, impaginazione, impostazione grafica: ciascuno di questi strumenti deve essere congruente agli altri, definendo così l’identità visiva dell’azienda. Un’identità precisa e riconoscibile.

preventivo-immagine-coordinata

Queste regole non cambiano nel mondo digitale. L’uso del logo – uno dei più tipici strumenti di comunicazione tradizionale – deve continuare a essere coerente, sia nel cartaceo sia sul web. Stessa cosa vale per l’uso dei colori e delle font da utilizzare. Ciò che viene concepito per la comunicazione online deve essere riportato anche negli strumenti digitali. Può sembrare una cosa futile, ma fidatevi: dal punto di vista visivo ci accorgiamo se qualcosa è stato pensato in modo organico o se un’immagine è fatta da tanti pezzi messi insieme senza una logica.

Stessa cosa per tutta l’immagine coordinata che concerne l’azienda. Avere sempre la stessa coerenza stilistica, sia grafica sia di materiali, aiuta non solo a riconoscere il nome e il logo, ma afferma che la vostra stessa azienda è qualcosa di strutturato, e non casuale. Con un’immagine sempre coerente negli strumenti offline come negli strumenti online. D’altronde, stiamo pur sempre parlando della stessa azienda, no?

Evviva le tipografie tradizionali!

La diffusione del web ha generato molte novità nella comunicazione. Alcune sicuramente vantaggiose, altre, invece, da “prendere con le molle”, come si suol dire. Per questo vogliamo spezzare una lancia in favore delle tipografie tradizionali, da sempre grandi protagoniste della comunicazione offline.

importanza-comunicazione-offline-citazione

Con l’avvento delle tipografie online c’è stato un grandissimo abbattimento del prezzo. Visto che il flusso di lavoro per queste aziende è maggiore rispetto a quelle tradizionali, hanno la possibilità di abbassare i costi, risultando così molto competitive. Dall’altro canto abbiamo iniziato a vedere una standardizzazione dei lavori: stesso materiale, stesso formato, stessa lavorazione per tutti.

L’unica possibilità di distinzione è avvenuta solo con la grafica, ma anche qui il livello si è molto abbassato. La maggioranza delle tipografie online stampa in digitale e tutti, con l’aiuto di un computer, possono creare immagini digitali, senza però rispettare le regole stilistiche e grafiche che solo un vero professionista conosce. Questo purtroppo si vede, e bene!

Invece, una tipografia tradizionale ha la possibilità non solo di fare formati e oggetti di cartotecnica più personalizzati, ma anche di lavorare con la grafica, i materiali e la stampa e rendere la nostra immagine coordinata unica in tutte le sue parti.

Oggi più che mai, la forza della comunicazione passa da diverse strade che non si escludono a vicenda ma che, al contrario, possono arricchirsi per migliorare ancora di più il risultato finale.

ChiaraZucchellini

Chiara Zucchellini

Copy

Scrivo sempre e dovunque. Ogni tanto disegno. Mai pentita di aver studiato Storia dell’Arte, nel tempo che rimane mi occupo di promozione turistica.

I commenti sono chiusi.