L'urban game di Matera: Materopatia

Quando nell’ambito del progetto Paesaggi Lucani (complesso, lungo e articolato, rimando al sito per gli approfondimenti) abbiamo iniziato a programmare le riunioni del gruppo che avrebbe dovuto ideare e poi sviluppare il game urbano transmediale, ultimo tassello del progetto, ho fatto quello che faccio ogni volta che devo iniziare qualcosa di nuovo di cui so poco e niente: ho comprato un libro, nello specifico: “Immersi nelle storie” di Frank Rose .

Ho letto di mail criptiche, di telefoni pubblici che squillavano all’improvviso per comunicare istruzioni di importanza strategica, di giocatori talmente coinvolti da passare al setaccio tutte le informazioni in loro possesso e da riuscire a essere quasi più veloci della programmazione del gioco, di fan di serie televisive catapultati in scenari paralleli.
Ne sono rimasta affascinata e anche un po’ sconvolta. Ho iniziato, così, a sviluppare nei confronti di questo gioco sentimenti contrastanti che, devo ammettere, mi hanno accompagnata fin quasi all’ultimo giorno di lavoro: da una parte l’entusiasmo di poter lavorare al progetto di game urbano transmediale, dall’altra il terrore di poter lavorare al progetto di game urbano transmediale.

Il nostro obiettivo era quello di realizzare un gioco urbano che fosse anche un modo divertente di conoscere i Sassi e il centro storico di Matera.

Parentesi: i Sassi di Matera

Da sempre parte dei turisti che arriva a Matera ha un’idea molto vaga di quello che li aspetta, se prima questo era tollerabile perché la città era poco conosciuta, adesso, che è al centro dell’attenzione mediatica, sta diventando un po’ fastidioso sentire le domande e le osservazioni di quanti pensano che i Sassi siano cumuli di pietre, manco stessero visitando Stonehenge o l’Isola di Pasqua!

Quindi vi spiego in maniera semplice cosa sono i Sassi, così sono sicura che almeno i lettori di questo post sapranno cosa li aspetta nel caso decidano di venire a Matera per giocare.

Lo faccio utilizzando la descrizione che preferisco quella che definisce i Sassi “rioni pietrosi abitati”: sono i vecchi nuclei abitativi di Matera e costituiscono un sistema urbano fatto di vicoli, scale e abitazioni che si sviluppano in verticale. Detto in maniera ancora più semplice e banale: i Sassi sono un insieme, denso, di case.

Tornando al game: la storia, le prove e i contenuti

Il nostro lavoro si è sviluppato in tre fasi, in ognuna ci siamo occupati di aspetti diversi ma tra loro consequenziali. Siamo andati avanti per gradi, sia perché per la maggior parte di noi era una prima volta sia perché in corso d’opera ci siamo trovati ad affrontare tanti aspetti che necessitavano di confronto e di discussione e che ne richiamavano altri.

La prima fase è stata interamente dedicata alla scrittura della storia che doveva sottendere alla struttura del gioco.

La seconda a collegare i pezzi, a “unire i puntini” come avrebbe detto qualcuno. Avevamo la storia, dovevamo fare in modo che i nostri giocatori la seguissero, dovevamo definire i passaggi, le prove che avrebbero dovuto affrontare e come avrebbero dovuto superarle.
In poche parole dovevamo trovare il modo di farli giocare e, soprattutto, divertire.

Questo lavoro lo abbiamo fatto durante alcuni workshop condotti da Greg Foster, lui, sì, esperto, che ci ha aiutati ad avere uno schema finale pratico e concreto del nostro gioco.

La terza e ultima fase è stata interamente dedicata alla realizzazione di contenuti e materiali, alla definizione e verifica del percorso e alla app che i giocatori dovranno utilizzare per procedere. Abbiamo fatto questo durante la Summer School Materopatia, 13 – 20 settembre, condotta da Guido Bosticco e Andrea Canepari della Scuola del Viaggio, Mike Pohjola di The Company P e Vito Epifania di Diotima. Ognuno di loro ha guidato un gruppo che si è occupato rispettivamente di: scrittura, audio-video, game design e realizzazione app.

Ci siamo!

Stiamo perfezionando le ultime cose, in particolare la app ha bisogno di essere portata a termine e testata, però il grosso è fatto, a fine ottobre presentiamo il prodotto e poi saremo pronti per giocare e farvi giocare!
Per essere informati seguite la fan page di Paesaggi Lucani.

Vi saluto condividendo l’incipit della nostra storia: “Una grande multinazionale vuole impossessarsi dei Sassi di Matera per realizzare un immenso resort…”
Voi, da che parte deciderete di stare?

CarmelaStellaCopy

Carmela Stella

Copy

Copywriter acquatica, nuotatrice intuitiva, fisarmonicista stonata.