Tutti gli strumenti per il web marketing per ogni ruolo

Le parole più usate nelle aziende di tutto il mondo? Potremmo scommettere che abbiano a che fare con il web marketing. Parlare di SEO, sito, social media, tool, blog e dati analytics è diventato un po’ come discutere del meteo. Del resto, dalle web agency alle imprese più strutturate, passando per il professionista freelance e le piccole attività a conduzione familiare, tutti prima o poi dovranno avere a che fare con il web marketing e i suoi migliori strumenti.

Gli strumenti per il social media manager (o SMM)

Una figura per alcuni versi mitica, che c’è sempre, anche se non si vede. Riesce a gestire pagine e profili Facebook, Twitter, Instagram, Pinterest, Google+, Snapchat, Telegram. Risponde agli utenti, crea contenuti efficaci, divertenti oppure utili, analizza i dati. Non ci sono segreti per un social media manager che si rispetti. E gli strumenti che possono aiutarlo nel proprio lavoro riguardano la programmazione dei post, gli hashtag da usare, le conversazioni da monitorare, la creazione di gif, foto, brevi video. Alcuni gratuiti, altri a pagamento. Qualche esempio? Hootsuite e PostPickr per la programmazione, BuzzSumo e Simply measured per analizzare e confrontare le performance. Hashtagify.me o RiteTag per controllare la popolarità degli hashtag, Canva per creare in pochi click immagini da condividere e le copertine per le varie pagine social.

Anche lo scrittore ha i suoi strumenti per il web marketing?

Conosciuto anche come web writer, content editor o copywriter, a seconda dei contenuti che deve creare per il web. Possono essere post per blog, testi per siti internet, parole per la pubblicità. Per lo scrittore la creatività è fondamentale- così come lo è una profonda conoscenza della lingua italiana- ma deve anche essere in grado di realizzare testi in maniera semplice e snella tenendo d’occhio la parte SEO. Ossia deve saper applicare tutte quelle strategie e pratiche per ottimizzare i contenuti per i motori di ricerca senza, ovviamente, penalizzare lo stile. Gli strumenti che lo aiutano nel lavoro sono quelli che controllano eventuali refusi e ripetizioni, come SpellStar o Repetition Detector, ma anche per individuare le keyword, come SEM Rush. Inoltre deve verificare i parametri riguardanti la SEO, per capire se la strategia può risultare vincente: spesso il plugin da usare è già contenuto nel CMS (Yoast per WordPress, ad esempio). Ma per scrivere si sa, c’è bisogno sempre d’ispirazione. E allora ecco Noisli, che mette a disposizione tutta una serie di rumori e suoni per favorire la concentrazione.

I tool per il graphic designer

Come sarebbe il mondo del web marketing senza un graphic designer? Grazie alle sue competenze artistiche e tecniche, è in grado di sviluppare layout e design di produzione per siti web, pubblicità, report. Lavora con le immagini, ma anche con i testi, perché deve decidere font, dimensioni, colori, lunghezza dei titoli e dei contenuti. Ma non solo: spesso deve incontrare i clienti per capire le loro esigenze e successivamente presentare il lavoro svolto. E i migliori strumenti per un professionista in questo ambito, a parte tutta la famiglia Adobe- Illustrator, Photoshop, InDesign e Muse- include anche i tool per la scelta dei colori, dei font e le risorse vettoriali.

Il Web Project Manager e i suoi strumenti in area marketing

Una figura eclettica, spesso indispensabile in un’azienda così come nell’organizzazione di un evento particolare. Se si parla di web, deve saper gestire materie diverse e occuparsi di strategie, risorse e obiettivi in tutti gli ambiti: social, blog, sito internet. Inoltre deve accogliere gli input che arrivano dall’esterno-clienti e utenti, ad esempio- e utilizzarli per dare indicazioni al team di lavoro. Gli strumenti utili al project management riguardano quindi la gestione delle risorse, delle attività e degli appuntamenti: sul mercato sono a disposizione dei veri e propri software, come Wrike. I tool sono spesso semplici e anche gratuiti. Per la condivisione dei file Google Drive e Dropbox sono ormai di uso comune, mentre per ridurre la mole di email e tenersi sempre in contatto con i propri collaboratori i più utilizzati sono probabilmente Trello e Slack.

Da qui parte il nostro viaggio alla scoperta degli strumenti di web marketing che non possono mancare ai professionisti del web, ruolo dopo ruolo.

Foto YStudium

Mariangela Celiberti

Giornalista

Abruzzese d’origine ma romana d’adozione, scrivo e coltivo il sogno di viaggiare in tutto il mondo