Saint-Chapelle-Instagram

Gli architetti come possono comunicare l’architettura per dialogare con i propri clienti e sviluppare la propria professione? Ve lo racconto in questo mio primo post sul blog di yStudium.

Gli architetti negli ultimi dieci anni hanno assistito alla crisi del mercato immobiliare e aggiudicarsi una nuova commessa non è cosa semplice. Inoltre è diventato indispensabile destreggiarsi in un mercato sempre più competitivo che corre sul web. Al giorno d’oggi perciò bisogna acquisire consapevolezza delle potenzialità comunicative dei social media e delle possibilità che offrono per creare una rete professionale e interagire con essa.

Social network: come scegliere la soluzione vincente

Sainte Chapelle (Parigi, Francia)- foto Instagram @ignazioparis
Sainte Chapelle (Parigi, Francia) – foto Instagram @ignazioparis

Spesso i professionisti hanno difficoltà a orientarsi tra i vari social network perché sono numerosi e gli obiettivi possono variare. Per questo motivo è fondamentale che gli architetti sappiano sceglierli con consapevolezza. Per esempio, “umanizzare” i profili social aiuterà ad aumentare la fiducia del vostro cliente, ma bisogna imparare a filtrare le informazioni utilizzando i social network con scopi diversi.

I social media tematici sull’architettura (Archilovers, Houzz, Behance…) e quelli che possiamo definire meno settoriali (Facebook, Instagram, Pinterest…), ossia quei social che potrebbero avvicinare gli architetti a persone in cerca d’ispirazione, possono essere la soluzione vincente per fidelizzare l’acquirente continuando ad ottenere consensi e fiducia, e conquistare l’interesse di nuovi potenziali clienti.

L’evoluzione visiva dei social network

Stiamo assistendo ad una evoluzione visiva dei social network che non riguarda solo Facebook e Instagram, le esperienze visive condivise sono la potenza dei media digitali, e le fotografie e i video stanno conquistando un pubblico sempre più vasto.

Per questo motivo promuovere la propria creatività, farsi conoscere attraverso i social media e il blog con un portfolio di fotografie, rendering e video che puntano sulla qualità è fondamentale. Pertanto fate attenzione che le immagini non siano sgranate e sfocate perché sono tantissimi gli architetti, e appassionati di architettura e design, che navigano alla ricerca di fotografie di alta qualità affiancate da una didascalia, un elemento importante che non va trascurato per rendere le immagini ancora più evocative.

Raccontarsi con continuità utilizzando immagini e parole significa dare vita ad una storia (Visual Storytelling), ma anche costituire un personale archivio di ricordi, perciò se siete dotati di originalità e di gusto estetico sarete certamente in grado di generare forti emozioni e creare empatia con il vostro interlocutore.



Architettura e fotografia: un profondo legame

Messeplatz (Basel, Svizzera) - foto Instagram di @lerichti
Messeplatz (Basel, Svizzera) – foto Instagram @lerichti

Architettura e fotografia hanno sempre avuto un profondo legame, eppure la fotografia digitale e il web hanno cambiato radicalmente il modo di percepirla.

Ci sono architetti che tuttora hanno un atteggiamento di diffidenza nei confronti di internet e dei social network perché la fotografia favorisce la diffusione della spettacolarità degli edifici e, secondo alcuni, appiattisce l’architettura poiché viene a mancare la fisicità rinunciando ai sensi come il tatto e l’olfatto.

In realtà bisogna sfatare questi pregiudizi, la fotografia libera gli edifici dal loro contesto spaziale e gli utenti che navigano sul web, in particolare sui social network, amano vivere concretamente la magia dell’architettura. Insomma, condividere l’architettura fa venire voglia di tornare a un mondo materiale per ammirare e sentire con i nostri sensi la realtà fisica degli edifici.

Certo, il lavoro di un architetto è progettare e non scattare foto, tuttavia è diventato necessario avvicinarsi a quest’arte che gioca un ruolo ormai imprescindibile di documentazione, informazione e promozione offrendo il vantaggio di creare attraverso i social media nuovi modi di interagire e collaborare con una comunità di architetti.

Voglio concludere questo post con un consiglio: non abbiate paura dei social network e condividete con tutto il mondo, con passione ed entusiasmo le vostre capacità, la vostra creatività e le vostre idee!

Maria Pia Cossu social media manager

Maria Pia Cossu

Social Media Manager

Mi piace scrivere, leggere, creare e fotografare. Blogger, web designer, social media addicted