Bosa su Instagram: come promuovere il turismo

Tutti conosciamo Instagram e da quando è nato i numeri continuano a crescere, tant’è che recentemente ha festeggiato il traguardo dei 700 milioni di utenti attivi. L’applicazione è diventata la più importante per il settore travel e oggi Instagram, per promuovere turismo e viaggi, gioca un ruolo importante non solo nella scelta del viaggio ma anche per il marketing territoriale.

Instagram, fonte di ispirazione per i viaggi

Nata come semplice applicazione per il fotoritocco – i filtri ne fecero un vero successo – negli anni si è arricchita di nuove funzionalità come le Storie e le dirette che hanno avvicinato ancor di più il pubblico dei Millennials e della Generazione Z, perché sono proprio i più giovani che amano condividere sui social network i propri viaggi. Recenti statistiche hanno infatti rivelato che ben il 55% degli utenti Instagram hanno meno di trent’anni.

Oltre a condividere immagini e video con gli amici, il 13% dei Millennials scelgono la destinazione del proprio viaggio grazie al noto social network che riesce a far sognare con la forza delle immagini.
È sufficiente mettersi alla ricerca di hashtag dedicati al mondo del travel oppure cercare per luogo (è possibile geocalizzare ogni singola foto) e Instagram ti mostrerà immagini capaci di emozionare, in particolare se dietro allo scatto c’è una strategia di contenuti studiata e creata ad hoc. Ovviamente non deve mancare un minimo di tecnica, un buon “occhio fotografico” e tanta creatività in grado di incantare.

La piscina naturale di Cane Malu a Bosa
Cane Malu a Bosa. Dall’account Instagram @igersoristano

Come pianificare su Instagram una strategia di content marketing per il turismo

Se si pianifica una strategia di content marketing su Instagram si possono ottenere ottimi risultati, il social è sicuramente una risorsa preziosa, ma, come accennato, serve indubbiamente anche una buona dose di creatività insieme alla scelta di uno stile personale nell’editing delle foto utilizzando applicazioni tipo VSCO e Snapseed. Infatti, un punto di partenza per avere un buon seguito è avere un profilo curato e coerente, capace di rispecchiare adeguatamente la destinazione da promuovere.

Anche le strutture ricettive o i ristoranti che scelgono di presentarsi su Instagram dovrebbero curare non solo l’aspetto visuale puntando su fotografie d’impatto, ma anche studiare l’arte dello storytelling per scrivere didascalie empatiche che raccontano una breve storia. Dovranno imparare a scegliere hashtag efficaci senza dimenticare di crearne uno personalizzato per aggregare le foto sul social.
Tutto sarà utile per stabilire un contatto immediato e coinvolgente con i viaggiatori, che sono anche potenziali clienti, e consolidare con loro una relazione. Sarà inoltre strategico mostrare il proprio staff e valorizzare il territorio, senza limitarsi alla promozione della propria struttura o ristorante. Evitare di essere troppo auto-referenziali è importante, così come riuscire a mantenere alto il coinvolgimento del pubblico, possibilmente dando anche importanza ai contenuti pertinenti generati dagli utenti. Sui social non bisogna pensare solo a vendere, le persone usano Instagram per trovare ispirazione e rilassarsi, non per essere tartassati da messaggi pubblicitari.

Casa vacanze a Boza da @mariapiacossu su Instagram
Uno scorcio dalla casa vancanze su Dandaru di Bosa dall’account Instagram @mariapiacossu

Le “Storie” di Instagram per far vivere l’esperienza

I viaggiatori di oggi, soprattutto i Millennials, amano provare esperienze autentiche. Una delle ragioni principali per cui desiderano viaggiare, è conoscere l’enogastronomia locale che deve essere inclusa nella strategia di destination marketing. Social, viaggi e food sono sempre più legati, perciò perché non usare le “Storie” per raccontare anche il cibo? Alcuni ristoranti, hotel e B&B già le utilizzano perché oltre ad essere pratiche e veloci, sono un’opportunità per essere posizionati in vetta alla schermata principale, anche con le dirette video.

E poi perché non riprendere un pomeriggio rilassante al mare che su Instagram ottiene tantissime interazioni? Oppure le emozioni di un tramonto, ma anche le città, i borghi con bellissimi scorci architettonici, l’archeologia, l’artigianato, una festa o un evento che anima la città…
Usare le Storie è un modo per creare engagement e rispondere in tempo reale ai commenti ti offrirà nuovi spunti interessanti per pensare alla prossima storia.

Costruire una relazione solida con i tuoi seguaci e pubblicare regolarmente immagini e video ti aiuteranno a creare valore per il tuo target e la tua nicchia di riferimento.
Ecco perché è importante creare sempre contenuti di qualità, solo così riuscirai a far vivere un’esperienza di viaggio autentica e memorabile.

Maria Pia Cossu social media manager

Maria Pia Cossu

Social Media Manager

Mi piace scrivere, leggere, creare e fotografare. Blogger, web designer, social media addicted