La luna vista da un bambino è un uovo

È una notte fredda e chiara, una luna quasi piena illumina il giardino.

“Mamma uovo!”
“Dove?”
“Lì”
“Dove?”
“Su!”

Ci ho messo un po’ (stiamo ancora lavorando sulla comunicazione, noi due) ma ho capito: l’uovo in questione era la luna.
Mi chiedo se voi ci avreste mai pensato. Perché io no, e, a quanto mi ricordo nemmeno Leopardi, che di luna pare fosse un’esperto.

E solo dopo che lo avevo raccontato, come al solito, a quelle 5-10mila persone, alla fine ho capito la gran fortuna che ho, anzi che abbiamo, visto che in agenzia siamo in molti nella stessa situazione.
Così mi sono un po’ rasserenata con questa mia condizione lavorativa. Ci scherziamo tanto, ma essere una “family agency” non vuol dire solo che la metà di noi lavora (anche) di notte o che sul nostro gruppo WhatsApp si parla più di virus e Masha e Orso che di aperitivi.

Essere “un’agenzia a prova di bambino” vuol dire che abbiamo un potenziale creativo imperdibile: lune che si trasformano in uova, pezzi di carta che diventano frittate, torri di Duplo che sono pistole, bambole che si trasformano nell’Incredibile Hulk.

Se siamo pigri, questa fortuna ci rimane per pochi anni, ma se invece siamo bravi e ci impegniamo a osservare e ascoltare e ci riempiamo le orecchie e il cervello dello sguardo dei nostri figli, questo spirito creativo rimarrà con noi per sempre.

Con ognuno di noi. E insieme potremo, davvero, fare qualcosa di bellissimo.

eleonoraRound

Eleonora Lollini

Copy

Copywriter puntigliosa, pressante e presuntuosa ma anche puntuale, precisa e positiva.