yStudium al corso UX design & usability di UX boutique

Venerdì 11 marzo, una delegazione di donzelle di yStudium ha partecipato a Firenze al corso di UX design & usability organizzato da UX boutique. Eccovi il racconto scanzonato di una giornata molto interessante.

Partite dal presupposto che per le due veterane (termine elegante per non dire Vecchie, perché sia mai riferirsi così a due “giovani dentro” come Celeste & me) l’attesa pareva quella della gita di classe. Ad un certo punto ho anche pensato che le ben più scafate Elisa e Giordana ci stessero prendendo per pazze. Ma che volete, i corsi di formazione per noi, ormai, sono alla stregua della “vacanza a Ibiza” ;).

On the road – 4 bischere verso Multiverso

Ci eravamo date appuntamento alle 8.30 dietro la stazione, incredibilmente siamo arrivate tutte in anticipo e alle 8.30 stavamo imboccando la superstrada. Una puntualità così strabiliante ci ha permesso di arrivare al corso con mezz’ora… di ritardo! 
Che vergogna… Anche perché arrivare in ritardo in 4 a un corso di 12 persone vuol dire farsi odiare subito da tutti.

Quattro donzelle di yStudium verso il corso UX boutique
Le social bimbe le noti dal sorriso MissItaliaStyle ;)

Abbiamo però una bella sequela di scuse, prima tra tutte l’assoluta scarsità di comunicazione sulla presenza o meno di GPL+caffè nei benzinai della fi-pi-li.

Ma la più seria è l’incomprensibile numerazione civica fiorentina. Sarà che sono provinciale, ma ho scoperto che a Firenze (o almeno in via Campo D’Arrigo, dove si trova Multiverso, che ospitava il corso), ci sono i numeri blu e i numeri rossi. Penso che i primi siano per le abitazioni e i secondi per le aziende. Ma il problema vero non è la doppia numerazione, bensì il fatto che i due colori sono progressivi al contrario: mentre i blu salgono, i rossi scendono. E ovviamente noi non conoscevamo il pantone del civico in nostro possesso. Nel complesso una situazione abbastanza ironica considerato che la nostra meta era un corso sull’usabilità.

On the job – 8 ore tanto scomode quanto piacevoli

Insomma, alla fine siamo arrivate, ci siamo accomodate su delle “poltroncine” rigide e spigolose (anche se ne avremmo testato la reale scomodità solo col tempo) e ci siamo subito immerse nel corso.

Origami da Multiverso, sede del corso UX design
Compagnie mistiche a Multiverso

Raccontare tutti gli argomenti, gli esempi e le attività non è certo l’aspirazione di questo post, anche perché è stato arduo anche portarli a termine entro fine giornata. Comunque, per farvela breve, Simone (Giomi) e Jacopo (Pasquini), alternandosi in maniera piuttosto fluida e senza variare il piacevole registro comunicativo, hanno trattato tutti gli aspetti dell’UX design, dalla fase di ricerca e analisi, passando per la progettazione fino agli strumenti di valutazione. Nel mezzo una marea di ottimi esempi, un paio di divertenti prove pratiche (molto stimolante quella in gruppo, dato anche l’alto livello dei partecipanti) e un pranzo davvero soddisfacente!

Alla fine eravamo tutti stravolti, alle 18.00 non avevamo ancora parlato di mobile e app, ma con una vera e propria corsa contro il tempo, siamo riusciti e alle 18.20 tana libera tutti!

Back again – 2 veterane e la pizza

Sul ritorno a casa poco da dire, più rapido dell’andata (anche grazie all’ottima schiacciata portata con amore da Alice), ma non abbastanza da far tornare la povera Celeste a casa per cena. Questo però ci ha fatto chiudere la “giornata gita” in maniera appropriata: con una bella pizza in compagnia (rigorosamente a domicilio perché non eravamo in grado di fare ulteriori sforzi)! E la “vacanza a Ibiza” si è decisamente impennata 😉

Insomma, ne è valsa la pena, ci siamo divertite e sicuramente abbiamo tutte (chi più chi meno, a seconda della materia e dei punti di partenza) imparato un sacco di cose nuove sulla User Experience e le tecniche di progettazione e ottimizzazione di siti e altri strumenti!

Se siete interessati a una recensione più seria e dettagliata del corso UX design & usability di UX boutique, sono disponibile, ma solo se me la chiedete esplicitamente e con molto ardore!

eleonoraRound

Eleonora Lollini

Copy

Copywriter puntigliosa, pressante e presuntuosa ma anche puntuale, precisa e positiva.

I commenti sono chiusi.